Evento Comizio e Parlamentare Che Ti Serve!

Sabato 28 maggio, il MoVimento 5 Stelle organizza una giornata all’insegna della musica, della politica locale e della convivialità!

Dalle 17.30 saremo in piazza, davanti al comune di Chioggia, con un palco dove prima si esibiranno i fantastici John See a Day, che presenteranno il loro nuovo album, e dopo potrete assistere al comizio dei parlamentari e consiglieri del MoVimento 5 Stelle.

Alla sera invece, dalle 21.30, saremo tutti alla pizzeria Gabbiano 2 di Sottomarina per l’evento Il Parlamentare Che ti Serve! Pagando 20€ sarà possibile mangiare una pizza servita direttamente dai parlamentari 5 Stelle, gli unici politici che servono i propri cittadini in tutti i sensi.

Il menù prevede: pizza, bibita, patatine e caffé

Saranno presenti all’evento: Enrico Cappelletti, Gianni Girotto, Marco Brugnerotto, Marco DaVilla, Danilo Toninelli, Emanuele Cozzolino, Federico d’Incà, Giovanni Endrizzi, Erika Baldin, Jacopo Berti, Alessando Ferro (candidato sindaco M5S Chioggia) e i candidati consiglieri comunali.

Prenotate ai numeri

Filippo: 3388047904
Ilaria: 3427091642

o all’indirizzo

info@chioggia5stelle.it

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 26 maggio 2016 at 14:49

Categories: Alessandro Ferro, Ambiente, Comune di Chioggia, Consiglio Comunale Chioggia, Cultura, Democrazia Partecipativa, Economia, Elezioni comunali 2016, Erika Baldin, Eventi, Gilberto Boscolo, Giovani, Informazione, Lista M5s 2016, MoVimento, Politica, Politica regionale, Trasparenza   Tags:

[COMUNICATO STAMPA] Settore Pesca e Molluschi: serve agire subito!

Il giorno 6 maggio 2016 il Movimento 5 Stelle ha incontrato il settore della pesca e dell’allevamento dei molluschi.

Dall’incontro, al quale hanno partecipato i rappresentanti di alcune cooperative dell’allevamento della vongola verace in Laguna, alcuni rappresentanti del CO.GE.VO e dell’ O.P. Bivlavia, oltre ad alcuni rappresentanti dei mitilicoltori, sono emerse numerose problematiche, tra le quali:

– l’inadeguatezza del punto di Sbarco a Punta Poli, per la presenza di una banchina non sicura e un attracco pericoloso e per un piazzale di movimentazione dei camion inadeguato.

– la realizzazione di un Centro di Spedizione Molluschi (CSM) per lo scarico dei molluschi pescati in mare di “zona A”. Dopo anni è stato acquistato un immobile comunale da adibire a CSM, ma questa struttura è ancora bloccata perché non sono state autorizzate dall’amministrazione comunale le opere di accesso e asfaltatura dei piazzali di movimentazione.

La riduzione della capacità produttiva delle vongole veraci, da  40.000 tonnellate siamo passati a circa 2.000 tonnellate, per opera di Enti preposti, dal COVEALLA all’attuale GRAL, che invece avrebbero dovuto sviluppare e valorizzare l’acquacoltura e la pesca nella Laguna di Venezia, tutelare e valorizzare l’ambiente lagunare, ma soprattutto salvaguardare l’occupazione nel settore dell’acquacoltura e della pesca.

le reti utilizzate dai mitilicoltori per “incalzare i mitili” non possono venir smaltite come rifiuto assimilabile agli urbani e quindi gettate nei cassonetti dell’immondizia, è obbligo del produttore smaltirle come rifiuto speciale con elevati costi di smaltimento.

Alessandro Ferro, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle di Chioggia, commenta: “ La categoria è ormai dimenticata in tutti i tavoli istituzionali. Ennesimo esempio di come i soldi pubblici vengono spesi non per valorizzare il settore ma per programmare politiche che hanno portato, come dimostrato in questi anni, solo alla perdita progressiva di posti di lavoro e favorito abusivismo e povertà del settore”.

Mentre Erika Baldin, consigliera Regionale aggiunge che “dal F.e.p., Fondo Europeo per la Pesca, abbiamo un finanziamento di 50 mila euro per un’area di conferimento rifiuti dal mare, e dalla Regione invece ci sono 280 mila euro per il punto di sbarco a Punta Poli. Fondi che purtroppo sono fermi perché il Comune ritarda il ripristino della banchina, crollata qualche tempo fa, e così facendo impedisce agli operatori di vedere realizzata quest’opera basilare per il settore”. 

Infine Alessandro Ferro conclude che Il movimento 5 stelle si è messo a disposizione della categoria per dare una risposta a tutte queste problematiche perché la pesca a Chioggia è un settore importante che porta reddito ed economia e deve essere sostenuta e valorizzata in ogni suo aspetto”.

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 24 maggio 2016 at 17:19

Categories: Acqua, Comune di Chioggia, Consiglio Comunale Chioggia, Ecologia, Economia, Elezioni comunali 2016, Informazione, Maree, MoVimento, Pericolo idrailico, Pesca, Politica, Politica regionale, Porto, Urbanistica, ZeroPrivilegiVeneto   Tags:

[COMUNICATO STAMPA] Visita “Bendata” del Ministro del Rio

Il Ministro Delrio è recentemente venuto a Chioggia per sostenere la candidata del PD Barbara Penzo, ma è stata una visita “bendata” e non ha potuto rendersi conto, congiuntamente con tutte le altre forze politiche, enti competenti e Comitati interessati, della gravità di situazione della Strada Statale Romea (arteria tra le più pericolose d’Italia).

Questo perché al PD non interessa affatto il problema della Romea ma interessa solo racimolare qualche voto in vista delle prossime elezioni. In “barba” all’incontro tra tutti i candidati Sindaci del 28 aprile us. al teatro S.Martino, dove c’è stata la volontà condivisa, con tanto di sottoscrizione, tra tutti gli schieramenti politici di convergere nell’interesse comune della città per la messa in sicurezza della Romea attraverso un  tavolo di concertazione con il Ministro Delrio e Anas.

Incontro caldamente voluto dal “Comitato legge regionale speciale per Chioggia e area metropolitana”, il quale ha raccolto con una petizione oltre 4.000 firme, ma anche vivamente sostenuto dalla consigliera regionale Erika Baldin e del sindaco uscente Giuseppe Casson, che si sono recati, lo scorso 24 febbraio, direttamente a Roma dal Ministro.

Alessandro Ferro del Movimento 5 Stelle commenta : “Ancora una volta questa è una sconfitta per l’intera comunità Clodiense, ed un’occasione sfumata solo per fini elettorali e politici a discapito della sicurezza e delle persone che quotidianamente percorrono la Romea”.

“A volte serve accantonare il color politico nel vero interesse dalla città. Questo in casa PD sembra non sia possibile farlo.”

 

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 24 maggio 2016 at 17:16

Categories: Alessandro Ferro, Ambiente, Comune di Chioggia, Consiglio Comunale Chioggia, Elezioni comunali 2016, Erika Baldin, Etica, Informazione, Lista M5s 2016, MoVimento, Politica, Politica regionale, Trasporti, Turismo, Urbanistica, ZeroPrivilegiVeneto   Tags:

[COMUNICATO STAMPA] Resoconto Incontro GPL in Val da Rio

Pochi giorni fa, al teatro San Martino, si è tenuto l’incontro tra candidati sindaco su due tematiche fondamentali per la città di Chioggia: il nuovo mercato ittico e la realizzazione del deposito di GPL.

Due tematiche strettamente collegate. Inizialmente l’area dove la giunta Casson prevedeva la collocazione del nuovo mercato ittico a Chioggia  era la zona di Punta Colombi. Poi nel 2013 si decise di cambiare la destinazione e di spostare la futura ubicazione del mercato ittico all’Isola Aleghero.  Non è un caso infatti che a pochi mesi di distanza da tale provvedimento iniziò l’iter autorizzativo per la costruzione del deposito di GPL a proprio a punta colombi.

il Movimento 5 Stelle ha preso per primo l’iniziativa contro quest’opera: Il nostro consigliere comunale Gilberto Boscolo ha presentato un esposto in procura il 3 Ottobre 2015, la nostra unica consigliera regionale Erika Baldin ha portato la questione in regione, ma ha visto il proprio provvedimento bocciato in tronco dai rappresentanti della lega il giorno 8 Ottobre 2015. In seguito abbiamo presentato un’interrogazione alla Camera dei Deputati tramite Marco da Villa e un’intervento in aula del Senatore Gianni Girotto il 23 aprile 2016, inoltre abbiamo lanciato una petizione on-line, scritta direttamente al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Alessandro Ferro, in merito all’incontro di ieri sera, afferma: “Abbiamo fatto e continueremo a fare tutto il possibile per fermare questo abominio. Non vogliamo, tuttavia, mentire ai nostri cittadini: sarà molto difficile fermare la realizzazione del deposito di Gpl in Val da Rio. Analizzeremo la documentazione a fondo, ci aggrapperemo ad ogni singolo cavillo, ma la misura più efficace, a nostro parere, è una sollevazione popolare. Tutta la cittadinanza dovrebbe unirsi contro quest’eventualità, allora forse avremo qualche speranza.

È positivo vedere tutti i candidati contro quest’opera, ma non possiamo non evidenziare determinati comportamenti dei nostri avversari, come le scaramucce avvenute tra PD e Casson sul tema, entrambi corresponsabili dell’attuale situazione ed accomunati da un assordante silenzio sulla questione quando erano in giunta insieme negli anni 2013-2014, ovvero durante le fasi cruciali dell’iter autorizzativo, culminato con l’assenza della giunta nelle conferenze dei servizi ministeriali.

Assenze pesantissime in quanto furono le occasioni per manifestare il dissenso del Comune di Chioggia all’opera e mentre invece vennero sostituite dai pareri positivi del dirigente all’Urbanistica comunale. Il tutto nella totale assenza di informazione nei confronti dei cittadini, i quali saranno i primi a pagare per gli errori dell’amministrazione.

Casson non è più credibile, ha cambiato radicalmente atteggiamento ed  attualmente promette battaglia dopo essere stato immobile nella fase più importante dell’iter autorizzativo.

Resta infine un mistero, ovvero come farà Casson ad opporsi ad Aspo sulla realizzazione progetto del deposito di GPL e a condividere contemporaneamente il progetto del mercato ittico all’Isola Aleghero. I due progetti sono infatti strettamente collegati.

Tutta la faccenda resterà una macchia indelebile sulla storia di questa amministrazione  ed avrà sicuramente pesanti conseguenze per la città di Chioggia”.

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 24 maggio 2016 at 17:09

Categories: #NOGPL, Acqua, Alessandro Ferro, Ambiente, Comune di Chioggia, Consiglio Comunale Chioggia, Ecologia, Economia, Elezioni comunali 2016, Energia, Gilberto Boscolo, GPL, Informazione, Lista M5s 2016, MoVimento, Porto, Salute, Trasparenza, Urbanistica   Tags:

[COMUNICATO STAMPA] Zaia come Ponzio Pilato: se ne lava le mani!

Il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante la sua visita in città a sostegno della candidatura del  Sindaco uscente Casson, ha dichiarato che deve essere Roma ad assumersi i costi per la rimozione dei rifiuti che si depositano nelle spiagge venete, portati in mare dai fiumi.

Questo significa solo ed esclusivamente una cosa: se ne è voluto lavare mani e piedi, non volendo sostenere la proposta di legge sul federalismo dei rifiuti che prevedeva la distribuzione dei costi dei rifiuti spiaggiati su tutte le utenze della Regione Veneto, anziché restare sul groppone dei soli Comuni costieri.

Non ha chiaramente voluto passare per colui che impone nuove tasse, anche se si sarebbe trattato solo 1-2 euro per ogni utenza. Non ha inoltre voluto ricordare che quella legge regionale era stata proposta e sostenuta proprio da quel Casson che adesso abbraccia.

È la prova provata che la Lega e Casson non potranno mai governare assieme, a meno di strani compromessi che paralizzerebbero la città per altri 5 anni.

Il candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle Alessandro Ferro, dichiara: “uno dei principi della Comunità Europea in tema di rifiuti è: chi inquina paga.  Secondo questo principio, che ritengo sacrosanto, è corretto distribuire il costo dei rifiuti spiaggiati sull’intera Regione, pensando, solo successivamente, di espandere questo principio anche alle altre Regioni attraversate dai fiumi che sfociano nel nostro mare.

Questo permetterebbe, tra l’altro, di mitigare, se non annullare completamente, l’aumento già approvato della Tari.”

Da parte sua, la consigliere regionale chioggiotta Erika Baldin sta lavorando a delle proposte per alleggerire i comuni costieri dalle spese eccessive per lo smaltimento dello spiaggiato. Dichiara: “Voglio che la Regione nel momento in cui distribuisce i contributi ai comuni per lo smaltimento tenga conto, oltre che alla presenza delle foci dei fiumi, anche della relativa portata, cosicché ai comuni come il nostro, dove sfociano tre fiumi, arriverebbero maggiori risorse regionali.” Ma la consigliera ricorda che si può agire da subito anche sul fondo Ecotassa, quella che si deve versare al momento del conferimento in discarica. Finora non si è fatto cenno ad esso e alla possibilità di estenderne l’uso anche alla previsione di contribuzione alle spese.

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 24 maggio 2016 at 17:03

Categories: Acqua, Alessandro Ferro, Ambiente, Bilancio, Comune di Chioggia, Consiglio Comunale Chioggia, Ecologia, Economia, Elezioni comunali 2016, Erika Baldin, Etica, Eventi, Gilberto Boscolo, Informazione, Lista M5s 2016, Maree, MoVimento, Pericolo idrailico, Politica, Politica regionale, Rifiuti, Salute, Trasparenza, Turismo, Urbanistica, ZeroPrivilegiVeneto   Tags:

L’europarlamentare Marco AFFRONTE a Chioggia il 21/05/2016

Il giorno 21 Maggio 2016 h. 10:30 presso la Sala de Mercato Ittico in Via G.Poli,1 a Chioggia, il Movimento 5 Stelle organizza un incontro con l’Europarlamentare Marco Affronte.

L’incontro servirà per analizzare e discutere con la cittadinanza delle attuali problematiche della pesca. Concretamente in Difesa del Nostro Mare

Saranno presenti:
– Alessandro Ferro, Candidato Sindaco
– Erika Baldin, Consigliere Regionale
– Gilberto Boscolo, Consigliere Comunale
– i candidati m5s al Consiglio Comunale di Chioggia.

Vi aspettiamo!

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 19 maggio 2016 at 15:21

Categories: Acqua, Alessandro Ferro, Ambiente, Comune di Chioggia, Consiglio Comunale Chioggia, Cultura, Ecologia, Economia, Elezioni comunali 2016, Informazione, Maree, Pericolo idrailico, Pesca, Politica, Porto   Tags:

[COMUNICATO STAMPA] INdecoro Urbano

Ecco come si presenta la città agli occhi dei turisti/visitatori che arrivano a Chioggia: 

Servizi igienici pubblici in zona Sant’Andrea, chiusi

Servizi igienici pubblici isola dell’unione, chiusi

Servizi igienici pubblici giardinetti di viale Umbria, chiusi

Servizi igienici pubblici pista rosa a B.S.Giovanni, chiusi

e non solo

rotonda di via M.Marina, in stallo da almeno 5 anni

rotonda di viale Mediterraneo con via D.Schiavo,  in stallo da mesi

e ancora

spartitraffico (realizzato con i new jersey) di viale Ionio, in stallo da almeno 5 anni

 

Questi sono solo alcuni esempi di indecoro urbano e di disagio per una città che vorrebbe fare del turismo il proprio cavallo di battaglia. Se il turismo è una risorsa per il futuro, per il rilancio economico di tutta la città, specialmente con la previsione di incrementare l’arrivo delle navi da crociera di stazza media; questo deve essere sostenuto e valorizzato con opere adeguate che ne permettano un tornaconto d’immagine e di prestigio, e non il contrario.

Alessandro Ferro, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle di Chioggia, per quel che riguarda i servizi igienici pubblici, afferma: “Noi dell’M5S di Chioggia vogliamo rendere fruibili questi servizi basilari, sia per i turisti che regolarmente ci fanno visita in città, sia per i propri residenti che ne subiscono passivamente le conseguenze”, “possiamo farlo automatizzando tutti i bagni pubblici, installando la videosorveglianza, ma soprattutto coinvolgendo qualche attività/associazione per una gestione a basso costo e per una protezione di questi ambienti”.

Mentre per la viabilità commenta: “non è concepibile che ci siano opere incompiute da anni, in fin dei conti la spesa per il completamento di questi interventi non è eccessiva, e i fondi necessari possono essere facilmente ricavati, Noi del M5S riteniamo sia doveroso iniziare un’opera e portarla a compimento e in tempi certi, solo dopo si può pensare di iniziarne un’altra, si tratta semplicemente di organizzare al meglio la macchina comunale dei lavori pubblici ed evitare la sovrapposizione di cantieri, che altro non portano che continui disagi”.

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 19 maggio 2016 at 15:07

Categories: Alessandro Ferro, Ambiente, Comune di Chioggia, Ecologia, Edilizia, Elezioni comunali 2016, Trasporti, Urbanistica   Tags:

[COMUNICATO STAMPA] Baratto Amministrativo: recupero crediti alternativo per un’amministrazione più effciente

Tra le misure fatte approvare dal Movimento 5 Stelle in questi 5 anni a Chioggia, la più importante è certamente il baratto amministrativo. Tale direttiva, approvata con delibera N°163 del 25/11/2015, costituisce l’attuazione della disposizione contenuta all’art. 24 del decreto Sblocca Italia, il quale introduce ex novo uno strumento consensuale di collaborazione tra le amministrazioni locali e i cittadini. Con tale delibera si vuole fornire una soluzione alle difficoltà che le famiglie a basso reddito hanno e permettere loro di pagare i propri debiti verso gli enti locali attraverso lavori di pubblica utilità quali manutenzione ordinaria, pulizia e vigilanza dei parchi, giardini ed aiuole e dei luoghi pubblici, assistenza alle scolaresche, sgombero neve ecc. Sarebbe anche un aiuto al Comune incapace di svolgere al meglio i servizi a causa dei vincoli di finanza pubblica.

IMG_6750Alessandro Ferro, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle di Chioggia, commenta: “ Si tratta di una misura di civiltà, già approvata dalla giunta comunale grazie al nostro unico consigliere Gilberto Boscolo. La messa in atto di questa delibera, non portando alcun interesse effettivo nelle tasche dei consiglieri delle altre forze politiche, non è mai stata però concretizzata. Il baratto amministrativo creerebbe occupazione, permettendo all’amministrazione di avere un organico più ampio e una gestire meglio la cosa pubblica. Non sarebbe un incentivo all’evasione fiscale, dato che tale misura sarebbe accessibile sono a una determinata fascia di reddito e regolamentata da bandi pubblici. Il vantaggio è reciproco e si permette di svolgere il proprio dovere di cittadino anche a chi non potrebbe per ragioni economiche.

Un esempio celebre di baratto amministrativo lo si ha avuto nel comune di Milano, dove tale metodo sta velocemente prendendo piede e sta già portando i primi frutti all’amministrazione.

Be the first to comment - What do you think?
Posted by DavidePenzo - 19 maggio 2016 at 14:53

Categories: Alessandor Ferro, Bilancio, Comune di Chioggia, Democrazia Partecipativa, Ecologia, Economia, Elezioni comunali 2016, Etica, Gilberto Boscolo   Tags:

Marco Zullo a Chioggia, incontro sul TTIP

ttipchioggia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il giorno 18 Maggio 2016 h. 21.00 presso la Sala Consiliare del municipio di Chioggia il Movimento 5 Stelle organizza un incontro con l’Europarlamentare Marco Zullo ed il dott.Gabriele Perniechele.

L’incontro servirà per analizzare e fare chiarezza su cos’è il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Patnership), chi lo vuole e i motivi del no

Saranno presenti:
– Alessandro Ferro, Candidato Sindaco
– Erika Baldin, Consigliere Regionale
– Gilberto Boscolo, Consigliere Comunale
– i candidati m5s al Consiglio Comunale di Chioggia.

Vi aspettiamo!

Be the first to comment - What do you think?
Posted by Chioggia a 5 stelle - 16 maggio 2016 at 00:08

Categories: Alessandor Ferro, Elezioni comunali 2016   Tags: , , , , ,

[COMUNICATO STAMPA] Tari 2016, Aumento Illegittimo

 

image

Ultimo consiglio della giunta Casson con discussione di un provvedimento che ha fatto infuriare cittadini e mondo imprenditoriale. Tutti gli utenti dovranno pagare, ingiustamente, il 10% in più della Tari, tassa sui rifiuti, perché Veritas carica su questi i mancati pagamenti da parte di alcuni imprenditori della città. La vicenda ha suscitato grande clamore e qualche politico locale, ora in una delle liste che corrono con il sindaco uscente, si è stracciato le vesti in nome della legalità e della giustizia. Normalmente un creditore, finché non si conclude un procedimento in corso, non può esigere la corresponsione di denaro non pagato da chi invece lo ha già fatto.
A nostro avviso l’aumento è illegittimo in quanto per legge Veritas può caricare tra i costi del Piano finanziario solo “crediti inesigibili” dopo il consueto procedimento di riscossione. Veritas invece addebita anche somme come “crediti di dubbia esigibilità” che per legge non sono addebitabili nel piano finanziario a carico dei cittadini. Nella documentazione allegata Veritas non specifica nulla di tutto questo, quantificando in un calderone di 1,5 milioni di €  come “fondo svalutazione crediti”.
L’amministrazione comunale inefficiente non ha richiesto poi alla Regione Veneto 534.000€ disponibili per i rifiuti spiaggiati arrivati a Chioggia dal maltempo del febbraio 2014 e stanziati con DGR 534/2014, somma che se fosse arrivata per tempo poteva alleviare il costo del Piano finanziario Tari 2016, cosà invece avvenuta peri gli altri comuni di costa come Rosolina, Jesolo ecc.
Non c’era in allegato alla Delibera il Regolamento Tari, cosa che di fatto impedisce ai consiglieri di proporre a pieno eventuali modifiche. (la modifica del Regolamento comporta in automatico modifiche al piano finanziario).
Unica voce critica nel consiglio comunale del 30 aprile 2016 quella del consigliere 5stelle Gilberto Boscolo, che ha protestato vivacemente e si è opposto alla votazione immediata del provvedimento senza prima conoscere le risposte alle sue domande. “Ho chiesto che mi fosse chiarito come veritas ha proceduto nel confronti degli insolventi e se questo provvedimento non sia viziato di illegittimità” dichiara il pentastellato. “Oltre a non avere ricevuto risposte non mi è stato concesso di parlare per le consuete dichiarazioni di voto, un comportamento scorretto e non rispettoso del Regolamento consiliare da parte del presidente del consiglio, che non ha consentito la discussione consueta della Delibera del Piano Finanziario tari evadendo il provvedimento in 5 minuti”.

In conclusione – aggiunge Boscolo – non ho mai visto un controllo da parte del comune sull’operato di veritas. Credo che quando si tratta di cifre così importanti sia necessario adottare la massima attenzione ed avviare dei controlli preventivi a livello finanziario e sui servizi. Sui soldi dei cittadini non si può sorvolare come ha fatto l’attuale amministrazione comunale uscente”.

Gilberto Boscolo

Be the first to comment - What do you think?
Posted by Gilberto Boscolo - 30 aprile 2016 at 23:40

Categories: Eventi   Tags:

Pagina successiva »