Le Super-Balle di Super-quark – 1

angela_2

Ripropongo la parte più significativa di un articolo dal blog www.byoblu.com relativo al servizio di Super quark andato in onda il 23-06-2009 sui metodi per prevedere i terremoti.

Stavo casualmente seguendo il programma in diretta e sono rimasto stupito da quanto affermato sul sistema utilizzato da Giuliani per prevedere i terremoti.

Nessuno pretende di dire che il sistema usato da Giuliani sia perfetto, ma non è nemmeno possibile tagliare corto nettemente dichiarando che le sue previsioni erano sbagliate (mentre in realtà si erano rivelate esatte).

Se fossero stati ascoltati gli allarmi lanciati da Giuliani sarebbero state salvate la maggior parte delle vittime  del terremoto in Abruzzo.

Ieri sera SuperQuark ha mandato in onda uno speciale sul terremoto. Ecco le frasi salienti che hanno usato per liquidare Giuliani.

  1. «Le previsioni di Giuliani erano sbagliate. Ma allora, perché tanta attenzione?»
  2. «Secondo gli scienziati, invece…»

Nella prima si afferma perentoriamente, senza addentrarsi nei fatti, che il sistema di Giuliani non funziona. Nella seconda si traccia implicitamente un netto distinguo tra la classe degli scienziati e quella cui appartiene Giampaolo Giuliani. Se non è uno scienziato, allora che cos’è? Un ciarlatano.

Ho visto con i miei occhi scienziati russi e scienziati della NASA – italiani per il momento no – intessere un profittevole percorso di collaborazione, scambiarsi dati, verificare le molte convergenze, estendere l’ambito della ricerca verso nuovi promettenti orizzonti. Ho visto inviati speciali delle televisioni americane, australiane, inglesi, russe compiere un lungo viaggio per venire a intervistare uno sconosciuto ricercatore del Gran Sasso. Piero Papera si chiede il perchè di tanta attenzione, ma non ha fatto pochi chilometri per venire a chiedeglielo di persona. In compenso, ha perso un quarto d’ora per farci vedere un giocattolo per bambini deficienti che ha finalmente chiarito senza ombra di dubbio che se tiro indefinitamente qualcosa, prima o poi questo qualcosa si rompe, e che se appoggio un modellino fragile su un supporto e gli do uno scossone, il modellino si rompe. Grazie Piero, adesso ne sappiamo di più.

Tuttavia io lo capisco, Piero Papera. A una certa età è difficile mettersi in discussione. Soprattutto quando uno ha speso una vita  per intessere una rete di conoscenze e di potere che da quasi trent’anni gli fruttano il monopolio pressoché totale della divulgazione scientifica a Paperopoli.

Condividi sui Social

2 comments for “Le Super-Balle di Super-quark – 1

  1. AlexPolare75
    28 agosto 2009 at 22:11

    C’è solo una cosa che non mi torna….ma perchè si dovrebbe chiamare un sindaco per dire che “non ci saranno scosse”????

Lascia un commento