Anche i residenti a S.Anna di Chioggia hanno potuto firmare per i referendum sull’acqua: “non siamo cittadini di serie B!”

I residenti delle frazioni di Chioggia non sono (come spesso purtroppo accade in altri ambiti) cittadini di serie B.

Questo il messaggio di “Chioggia 5 stelle” con il banchetto raccolta firme Acqua Bene Comune di ieri in Piazza Tiziano Baldin a S.Anna di Chioggia.

Ovvia la minore affluenza se paragonata alle zone centrali di Chioggia o Sottomarina data l’inferiore popolosità della frazione.

Ma dare la possibilità a tutti i cittadini di qualsiasi colore politico e di qualsiasi residenza, di esercitare un proprio diritto costituzionale (art. 50) è un dovere.

Bisogna ricordare infatti le estreme difficoltà che i cittadini delle frazioni (spesso paesi-dormitorio con servizi carenti o inesistenti) devono affrontare ogni qual volta debbano recarsi nel centro di Chioggia-Sottomarina a causa di servizi di trasporto pubblico nettamente insufficienti.

Questo ovviamente costringe le persone ad usare mezzi privati (i cui costi gravano pesantemente sui bilanci familiari) creando problemi di traffico, diminuendo la sicurezza nel trasporto lungo la pericolosa Statale Romea, creando problemi di posteggio auto, aumentando l’inquinamento dell’aria e deteriorando il manto stradale (vedi calle Duomo rifatta dopo soli 2 anni dal precedente ripristino).

Un’opportunità colta al balzo da decine di cittadini increduli che hanno prontamente firmato per i tre referendum abrogativi per la ripubblicazione dell’acqua.

Condividi sui Social

Lascia un commento