Questionario dei cittadini chioggiotti

"Gazebo informativo al Corso del Popolo

Nei fine settimana di Gennaio il Movimento 5 stelle Chioggia ha allestito, in Corso del Popolo, e continuerà per tutto il mese, un gazebo di presentazione e di adesione sia del Movimento stesso che alla lista civica, ottenendo risultati incoraggianti. Per noi il parere dei cittadini è fondamentale e anche se non risulta semplice, cerchiamo sempre di convincere le persone che attivandosi con il Movimento 5 Stelle possono fare moltissimo per la città.

Quasi tutti i cittadini aderenti hanno espresso le loro considerazioni sull’operato delle ultime amministrazioni pubbliche della città definendole, quasi all’unisono, SCADENTI, incapaci di perequazione sociale.
Particolarmente sabato 15 Gennaio i cittadini hanno risposto ai nostri questionari (su carta), riconfermando le considerazioni precedentemente menzionate, riguardo i settori sociali che caratterizzano la comunità cittadina. Si è chiesto loro quali richiedano un aiuto o intervento comunale, hanno risposto in questo modo: l’attenzione deve porsi
primariamente nei confronti del turismo, della sanità e gestione dei rifiuti che hanno necessità d’essere costantemente monitorati e resi più efficienti da persone competenti e meritevoli che possiedono una coscienza dell’interesse comune e non da affaristi che agiscono contro il bene della comunità.
Poi seguono, di pari passo, i settori dell’agricoltura e dell’ambiente; per quanto riguarda il primo i cittadini fanno notare la necessità di una rivalutazione e una valorizzazione dei prodotti locali; per quanto riguarda l’ambiente la cittadinanza si è dimostrata particolarmente sensibile alle tematiche riguardanti all’inquinamento dovuto ad un costante aumento del traffico, i partecipanti al sondaggio auspicano una protezione maggiore della salute dei chioggiotti, grazie ad una limitazione del traffico cittadino (creando isole pedonali, almeno nei periodi Primavera-Estate), una riorganizzazione del trasporto pubblico ed incentivazione all’uso dello stesso (anche economicamente).
Non sono mancate osservazioni sulla eccessiva speculazione edilizia, sulla scarsa incentivazione all’impresa, sull’abbassamento culturale generale, si chiede inoltre un’istruzione civica orientata alla legalità e alla solidarietà maggiore ed un’assistenza sociale maggiore e meglio organizzata, ad oggi viene definita, dai partecipanti al sondaggio, insufficiente o quasi del tutto inesistente; si sente inoltre l’esigenza di migliorare l’organizzazione della pesca.
Il risultato complessivo dei risultati ottenuti dal nostro questionario è una percezione generale di assenza ed egoismo da parte degli Enti, questo ha portato ad una buona partecipazione ai nostri banchetti da parte dei cittadini, disgustati dalle vicende aberranti dell’amministrazione comunale e nazionale.

Orlando Tamburrino e Maria Chiara Boccato

Condividi sui Social

Lascia un commento