La proposta del Movimento 5 Stelle alle altre liste: dichiarate da subito la vostra posizione ad un eventuale ballottaggio

Il periodo caldo della campagna elettorale si avvicina. È questo il momento migliore per riflettere su alcuni meccanismi su cui si basano le elezioni in Italia.
Nonostante gli sforzi evidenti da una parte e dall’altra, fortunatamente, il sistema elettorale italiano non si è appiattito su un bipolarismo all’americana, che, di fatto, elimina ogni possibile voce fuori dal coro. Pensiamo ad esempio al meccanismo del doppio turno che permette, o almeno da per scontata, la presenza di più di due schieramenti. L’elettore è così libero di votare al primo turno lo schieramento in cui meglio si riconosce, senza essere “costretto” a votare il meno peggio per paura che vinca il peggio; allo stesso tempo si garantisce che lo schieramento vincitore abbia una maggioranza di voti, salvaguardando almeno in parte quel pluralismo, che solo un sistema proporzionale può garantire. Fin qui la teoria.
Ma cosa succede nella realtà? Essendo Chioggia un comune da oltre 50.000 abitanti rientra nel meccanismo del doppio turno. Ed è un dato di fatto che con questo sistema si presentano solitamente molti più schieramenti rispetto al turno unico. Eppure le vere alternative ai due poli restano rarissime, quasi tutti i “terzi incomodi” già sanno in anticipo chi appoggeranno a un eventuale ballottaggio e sfruttano il primo turno per raccattare qualche poltrona in più o per “vendicarsi” contro gli alleati, che hanno loro riservato una fetta più piccola di quanto si aspettavano. I migliori maestri di questo “giochetto” sono probabilmente i cosiddetti “centristi”, pronti a fare un passettino di qua o di là a seconda del migliore offerente.
Come evitare questi giochetti elettorali? Come evitare che un sistema come il doppio turno diventi un modo per tradire (tanto per cambiare) la volontà degli elettori? Non dovrebbero gli elettori sapere già al primo turno la posizione di ciascuna lista a un eventuale ballottaggio? Sarebbe sicuramente un elemento in più per decidere a chi affidare il proprio voto e allo stesso tempo eviterebbe un po’ di “brutte sorprese” al secondo turno. Nella situazione politica del nostro paese non ci vuole la palla di cristallo per indovinare chi andrà al ballottaggio. Esprimere pubblicamente la propria posizione prima significherebbe fare un passo di onestà verso i cittadini.

La posizione del MoVimento 5 Stelle è chiara e inequivocabile: nessun accordo con i partiti della casta, né al primo, né al secondo turno. Qualsiasi decisione diversa, da parte di uno o più candidati, è incompatibile con l’essenza del nostro movimento. Lo abbiamo dichiarato  pubblicamente alla presentazione dello scorso 24 Febbraio 2011. Per noi le alleanze sono un compromesso tra obiettivi diversi, dei quali, come si è visto in questi anni, non se ne raggiunge neppure uno, a parte l’occupazione delle poltrone.

Lanciamo oggi dunque una proposta concreta a tutte le liste che si presenteranno alle prossime elezioni comunali di Chioggia: dichiarate pubblicamente la vostra posizione ad un eventuale ballottaggio prima del primo turno. Per informare di più gli elettori. Per avere più ballottaggi (veri) e meno balle, per smetterla di prendere in giro i cittadini.

Gilberto Boscolo – Candidato sindaco (portavoce) – Movimento 5 Stelle Chioggia

Condividi sui Social

1 comment for “La proposta del Movimento 5 Stelle alle altre liste: dichiarate da subito la vostra posizione ad un eventuale ballottaggio

Lascia un commento