Balle atomiche in campagna elettorale a Chioggia

Dopo Fukushima sul tema nucleare ovviamente tutti i candidati sindaco per il Comune di Chioggia si dichiarano contrari. Ci premeva fare questa precisazione in seguito a quanto affermato dai candidati sindaco Giuseppe Casson e Fortunato Guarnieri al confronto di martedì 19 aprile, tenutosi presso l’Auditorium S. Nicolò di Chioggia; il primo dichiarò, a nome della lista che rappresenta, di “essere sempre stato contro il nucleare”, il secondo disse che bisogna essere totalmente contro il nucleare.

Le delibere del Consiglio Comunale di Chioggia n. 176 e 175 del 16 Dicembre 2009 invece, parlano chiaro. Giuseppe Casson mente, in quanto ha votato favorevolmente all’ordine del Giorno approvato (Delibera C.C. n. 176) del PdL, così sintetizzabile:

“il Consiglio Comunale condivide l’intenzione del Governo di affrontare la questione energetica con l’obiettivo di giungere a una maggiore autosufficienza del paese, senza quindi escludere a priori la possibilità di produrre energia proveniente anche dal nucleare

Commentando così nel suo intervento (Verbale n. 15 del 03/03/2010 pag 43)” […]Allora io credo, e é in questo senso che ritengo equilibrato il documento che è stato suggerito dalla maggioranza […]”.

E votando contrario all’ordine del giorno del Pd che sostanzialmente diceva no al nucleare ovunque (delibera n. 175 non approvata).

Fortunato Guarnieri risulta aver avuto una posizione quantomeno ambigua brillando per la sua assenza alla votazione finale della Delibera C.C. n. 176 (approvata), relativa allo stesso ordine del giorno, pur risultando presente alla discussione del Consiglio Comunale.

L’ex sindaco Romano Tiozzo aveva irresponsabilmente dato segnali di disponibilità per ospitare una centrale nucleare nel nostro comune (vedi intervista del 06/08/2009) tanto che Chioggia è ancora oggi nella lista dei potenziali siti.

Non ci soffermiamo sui restanti candidati (Gian Paolo Convento, Beniamino Boscolo “Capon”, Massimiliano Malaspina) già appartenenti alla giunta Romano Tiozzo, in veste di assessori, carica prettamente di nomina politica e non elettiva.

Il Movimento 5 Stelle Chioggia eserciterà sempre quel controllo democratico che ogni cittadino dovrebbe poter svolgere nei confronti delle Istituzioni, e vigilerà sull’operato e le affermazioni dei “signori della politica”.

I cittadini sono stufi di sentirsi raccontare balle (non solo atomiche)!

Perché un cittadino informato è un cittadino più libero.

Gilberto Boscolo – Candidato Sindaco (portavoce) Movimento 5 Stelle Chioggia

Paolo Voltolina – Candidato consigliere Movimento 5 Stelle Chioggia

Condividi sui Social

Lascia un commento