Attendere l’autobus a proprio rischio e pericolo

Nelle frazioni del comune di Chioggia non esiste solo il problema della scarsità di mezzi pubblici.
A 50 anni dalla realizzazione della Strada Statale Romea, ci sono ancora numerose fermate autobus utilizzate da linee urbane, specie nei tratti extraurbani da Cavanella d’Adige-S.Anna-Brondolo di Chioggia, in condizioni pietose (vedi esempio foto fermata incrocio S.S. Romea-Strada Margherita) e soprattutto prive delle basilari condizioni di sicurezza.
L’elevato numero di veicoli di tutte le dimensioni che notoriamente transitano (spesso violando le norme del codice della strada) lungo la Statale Romea 309, aumenta cronicamente e costantemente tali situazioni di elevata pericolosità sia per i veicoli in transito e soprattutto per i pedoni che attendono i mezzi pubblici.
Mancano gli spazi di fermata degli autobus e le pensiline di copertura per i cittadini che utilizzano il servizio. Ogni volta che un utente della zona intende utilizzare i mezzi pubblici lo fa rischiando la propria incolumità fisica.
Pur essendo conscio della competenza di altri enti nei tratti extraurbani della Statale Romea, chiedo all’amministrazione comunale di attivarsi per trovare una soluzione se non definitiva, almeno parziale in merito. Soprattutto perchè ad usufruire dei mezzi pubblici e quindi a subire i disagi di tali mancanze, sono soprattutto le fasce di popolazione più deboli che paradossalmente dovrebbero essere le più protette, ovvero giovani studenti ed anziani. Ho in merito protocollato una interpellanza indirizzata al Sindaco e all’Assessote competente.

Gilberto Boscolo – Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle Chioggia

Condividi sui Social

Lascia un commento