A Chioggia il Movimento 5 Stelle è e rimane rappresentato dal consigliere comunale Gilberto Boscolo

Nel blog nazionale oggi è apparso un ps in un articolo relativo alla centrale di Porto Tolle:

Ps: Nel MoVimento 5 Stelle i consiglieri rispondono direttamente agli elettori e rimangono in carica nel nome del Movimento fino a che ne rispettano il programma. Tutto il resto è partitocrazia. A Chioggia il Movimento 5 Stelle è e rimane rappresentato dal consigliere comunale Gilberto Boscolo.

http://www.beppegrillo.it/2011/07/il_carbone_di_porto_tolle/index.html

Si tratta di una replica all’articolo uscito oggi sul Gazzettino del Nord-Est, sezione Chioggia.

Il Movimento non è un partito. Lo sottolineo per l’ennesima volta. Chi ha infangato il Movimento se ne faccia una ragione e si prenda le responsabilità delle proprie azioni.

Sintesi sugli avvenimenti.  Non ho mai messo in dubbio i meriti di coloro i quali insieme a me si sono impegnati in campagna elettorale. Delle 18 persone firmatarie della lettera-ultimatum inviata a Beppe Grillo contro di me, appartenenti alla lista civica, la gran parte non hanno mai partecipato attivamente alla vita attività del Movimento nè prima nè dopo le elezioni (a parte 3 arrivate verso fine 2010 il resto sono arrivati tutti a Gennaio-Febbraio 2011). Io sono un attivista dei meetup dal 2007 e fondatore del meetup di Chioggia nel Marzo 2008. Ho alle spalle quindi 3 anni e mezzo di costante attivismo.

Le “questioni politiche” causa di scontro consistevano nella pretesa reiterata da parte di Nicchetto (col quale non c’era nessun accordo pre elettorale) di dimissioni degli altri due candidati che lo precedono come numero di preferenze e di esternazioni “se sapevo così mi candidavo nel PdL, facevo una campagna da 10000€ ed entravo di sicuro”. Ricordo che il mio ruolo è anche quello di tutelare il Movimento e i suoi principi. Il primo candidato con più preferenze (Voltolina Paolo) prima attaccò pesantemente Nicchetto il 23 Maggio, poi cambiò idea e lo sostenne dal 26 Maggio in poi. Fino al 25 Maggio (non conoscendo gli apparentamenti degli altri) potenzialmente il Movimento poteva avere due consiglieri, mentre da quel momento si seppe per certo che ci sarebbe stato un solo consigliere. Nel frattempo, ho dovuto difendere me stesso da continui attacchi ingiustificati e velenosi e da RICHIESTE DI FIRMARE DIMISSIONI IN BIANCO (cosa mai discussa in campagna elettorale e spuntata solo dopo i risultati elettorali) e da intimidazioni di azioni legali nei miei confronti.

Sono già state fatte ben tre riunioni per risolvere la questione, ma senza ottenere nessun risultato.

Il Movimento 5 Stelle va avanti con coerenza con le proprie caratteristiche e con le proprie idee. Esiste un gruppo (non sono “solo” come si dice in giro) ed é aperto a tutti coloro i quali ne condividano idee, valori e principi. Speriamo possa essere ciò che da sempre si sperava diventasse: un movimento pulito di persone che credono nella possibilità di un impegno attivo per il bene comune al di fuori delle logiche affaristiche e del sistema dei partiti. Esiste un gruppo di 8 persone attive, quindi in grado di supportare l’attività del Movimento e del consigliere.

Gilberto Boscolo

Condividi sui Social

Lascia un commento