Istituzione parcheggi rosa per donne in dolce attesa: OdG Approvato

Essere una donna in dolce attesa o una neomamma non è sempre facile, soprattutto se si vive in città. Spostarsi in auto o con i mezzi pubblici, ad esempio, può diventare un vero e proprio incubo e la ricerca di un parcheggio libero, poi, può mettere a dura prova anche i nervi più saldi. Una delle difficoltà maggiormente riscontrate nelle città da donne in gravidanza o con bambini piccoli, infatti, è proprio quella di reperire parcheggi liberi dove lasciare la macchina mentre si vanno a fare commissioni, visite mediche, ecc..

E’ in quest’ottica che si inserisce la proposta del Movimento 5 Stelle per creare Parcheggi Rosa anche nel Comune di Chioggia. Sarà discusso nel prossimo Consiglio Comunale del 23/11/2011 un Ordine del Giorno in tal senso. Un’iniziativa con riscontri positivi adottata già da qualche anno da numerosi comuni italiani (es: Verona, Belluno, Forlì, Oderzo, Rovigo, Rimini ecc.). Si tratta di una proposta di mobilità solidale e sostenibile rivolto a tutte le donne in stato interessante o con bambini piccoli (fino a 12 mesi di età). Nello specifico, i parcheggi rosa sono solitamente realizzati all’interno delle aree di sosta tariffata e sono identificabili grazie ad una segnaletica orizzontale di colore rosa e ad una verticale con il disegno di una cicogna che porta un bimbo nel fardello e la dicitura Parcheggi rosa – un gesto di cortesia – Lascia libero il posto: c’è una mamma in attesa: questo posto è per lei. In linea di massima, i parcheggi rosa sono soggetti alla tariffazione vigente, la stessa che vale per le strisce blu, anche se in alcuni comuni è previsto un uso gratuito. Se l’Ordine del Giorno verrà approvato dal Consiglio Comunale, sarà cura dei dirigenti competenti e di SST spa, individuare le aree più indicate ed eventualmente la stesura di un semplice regolamento. Qualsiasi donna in stato interessante residente nel Comune di Chioggia potrà far richiesta per usufruire di tale opportunità. Ricordo infine che i parcheggi rosa non sono tutelati da leggi in quanto l’attuale Codice della Strada non prevede questo tipo di sosta riservata. L’iniziativa, quindi, si basa principalmente sul senso civico dei cittadini e l’occupazione “abusiva” dei parcheggi rosa non può essere soggetta a sanzione. Essi di solito sono per lo più localizzati presso le strutture pubbliche, come gli ospedali, gli ambulatori e presto verranno realizzati anche presso le zone commerciali, ecc..

Ordine del Giorno APPROVATO

Gilberto Boscolo – Movimento 5 Stelle Chioggia

Condividi sui Social

Lascia un commento