Selezione scrutatori: per il M5S Chioggia due priorità, disoccupati e sorteggio

Nonostante la proposta pubblicata pochi giorni fa di selezionare gli scrutatori con sorteggio tra gli iscritti all’albo e disoccupati, immancabilmente piovono falsità sul M5S. Non è vero infatti che il M5S Chioggia vuole nominare i propri scrutatori come da solito malcostume per scambio di favori. Ho proposto di selezionare a sorteggio tra disoccupati iscritti all’albo scrutatori ma:
1) gli altri componenti della commissione elettorale non concordano sul sorteggio e se non c’è l’unanimità sul metodo da adottare per la selezione (sorteggio o nomina) la legge indica obbligatoriamente di votare tutti gli iscritti all’albo uno per uno, con il risultato che la maggioranza potrebbe nominare da sola tutti gli scrutatori e per giunta gli stessi che avrebbe nominato direttamente.

2) l’ufficio elettorale non è attualmente in grado di indicare quali cittadini tra gli iscritti all’albo sono disoccupati.

La legge* quindi ci costringe per forza ad accettare la nomina diretta, ma il M5S ha deciso che gli scrutatori che gli spettano vengano selezionati a caso tra persone iscritte all’albo le quali per certo sappiamo essere disoccupate e non sicuramente per i soliti scambi di favori. Con la legislazione in vigore e la non unanimità sul metodo del sorteggio tra i componenti della commissione elettorale, questa era la scelta migliore che si poteva attuare.

Purtroppo a Chioggia ci sono blog di parte che fanno la loro fortuna anche con la disinformazione a fini politici e che affermano che anche il M5S funziona come i partiti. Beh, noi sapremo prendere con fermezza tutte le contromisure necessarie per smentire tali falsità.

Gilberto Boscolo – Consigliere comunale

*= La selezione degli scrutatori è disciplinata dalla Legge n. 95/1989Legge n. 270/2005 – Legge n.22/2006 – Circolare Ministero Interno n. 85/2006 (selezione scrutatori con sorteggio)

Condividi sui Social

Lascia un commento