Beppe, resisti! La coerenza verrà premiata!

Ciao Beppe, sono un cittadino come tanti che da ormai 5 anni si impegna nell’attività civica locale del M5S e che ora è nel Consiglio comunale del proprio comune (Chioggia).

In questi giorni difficili che seguono il grande successo elettorale del M5S, abbiamo tutti addosso (tu per primo) un’enorme pressione mediatica ma anche sociale dei cittadini. I media oramai li conosciamo, sappiamo chi sono e da che parte stanno, mentre la novità rispetto a prima sono le aspettative dei cittadini nei nostri confronti. Quando sono per strada spesso incontro persone che mi chiedono: “allora? cosa state facendo? che proposte avete fatto? perchè  non date la fiducia a un governo Bersani?” Domande ovviamente lecite, ma che denotano a volte la malafede di chi si finge elettore del M5S mentre è in realtà sostenitore di altri schieramenti o, dispiace scriverlo, la disinformazione tra i cittadini sul funzionamento delle istituzioni.  Questo perchè troppe persone per troppo tempo si sono abituate a delegare oltre alla grave latitanza della scuola in tema di educazione civica.

Con una larga fascia di popolazione in questa situazione disinformativa i media vanno a nozze e con il martellamento mediatico quotidiano stanno tentando di condizionare l’opinione pubblica, facendo passare il M5S come irresponsabile e composto da gente inetta anche nelle cose più banali. I partiti presenti nella scena politica da decenni sembrano quasi indenni da responsabilità dei disastri che sta vivendo il nostro paese. Una vera manipolazione della realtà.

Il Movimento 5 Stellle è nato a da persone che vogliono costruire un’altro modo di fare politica, alternativo al sistema fallimentare dei partiti che da oltre sessantanni governano il paese con i disastri che tocchiamo con mano ogni giorno.

Qualcuno si è chiesto perchè questo paese sta andando a rotoli e come è stato possibile devastare in dieci anni gran parte dei settori produttivi italiani? Chi ha accettato un la moneta unica? chi con quel cambio assurdo 1€=1936£? Chi non ha controllato l’andamento dei prezzi (raddoppiati nel giro di pochi mesi) al momento del cambio di moneta? chi ha ratificato in silenzio il Trattato di Lisbona sotto il sole ferragostano? Bene, il Movimento 5 Stelle ha nel suo programma dei punti fondamentali che nessun altro schieramento condivide, per esempio guarda un po’, il più importante e primo nelle priorità è quello del referendum nazionale per l’adesione all’euro e al Trattato di Lisbona. Il PD e il PdL sarebbero disposti a concedere un referendum su tali argomenti? non credo proprio!

I parlamentari M5S hanno firmato un codice di comportamento in linea con quanto sempre espresso al momento della candidatura delle primarie interne, il quale vieta espressamente la fiducia o l’alleanza del gruppo parlamentare M5S a qualsiasi governo di altri schieramenti. Fa specie vedere candidati alle parlamentarie (per fortuna non eletti) che lo hanno sottoscritto disattenderlo ora con dichiarazioni alla stampa esattamente opposte.

È evidente che dare una fiducia significherebbe violare le promesse elettorali che sono stati i cavalli di battaglia del Movimento durante la campagna elettorale e il motivo vero per cui oltre 8 milioni di italiani hanno dato fiducia al M5S. È un’altra grande differenza con gli altri partiti: il M5S mantiene la coerenza con quanto promesso in campagna elettorale.

A chi dall’interno chiede a te e al M5S di dare la fiducia ad un governo dei partiti consiglierei di rileggersi il programma e il non statuto, forse ultimamamente a costoro gli si sono offuscate le idee, o forse non hanno mai capito o voluto capire cos’è il Movimento. Opinioni personali leggittime per carità, ma che non hanno niente a che vedere con l’humus del M5S. Senza contare il danno conseguito nel dare in pasto alla stampa (che ringrazia) tali richieste.

Beppe non mollare e vai avanti! La coerenza verrà premiata!

Gilberto Boscolo

M5S Chioggia

 

Condividi sui Social

Lascia un commento