Lavori pubblici al palo, tasse alle stelle, ma i soldi per i soggiorni climatici non mancano mai

In “leggera” contraddizione con le proprie azioni amministrative, il Comune di Chioggia da una parte giustifica la sua frequente inconcludenza con la scarsità di risorse finanziarie ed vincoli stringenti del patto di stabilità che hanno “costretto” la giunta ad aumentare sensibilmente le imposte nel 2012, dall’altra trova senza problemi i denari per finalità che di certo non si potranno definire indispensabili ed urgenti come i Soggiorni climatici per anziani. (Definizione tratta dalla Delibera di Giunta: “servizio a domanda individuale, per cui viene richiesta la contribuzione degli utenti a copertura parziale del costo, con quote di partecipazione computate in base all’applicazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.), in modo tale da consentire a ciascuno di concorrere alla spesa in base alle effettive capacità reddituali“)

Già in fase di approvazione del bilancio di previsione 2012 la medesima finalità allora preventivata con ben 300.000€, era da noi stata duramente contestata, visti i sacrifici economici chiesti ai cittadini attraverso l’aumento considerevole delle imposizioni fiscali comunali.

Quest’anno il provvedimento non è passato nemmeno in Consiglio comunale in fase di approvazione del Bilancio di Previsione che si svolgerà a Settembre 2013. Lo scorso 12 Giugno 2013 infatti viene riproposta attraverso la Delibera Giunta n. 130/2013, che prevede il parziale finanziamento con soldi del Comune, delle vacanze per anziani per una cifra complessiva di 194.000€, ribassata a 170.000€ dopo il bando di gara (Determina dirigenziale n. 791/2013).
Si tratta di somme importanti.
Se pensiamo che il Comune non piú tardi di pochi mesi fa si fece pignorare grottescamente due lampadari perché non aveva dato disponibilità finanziarie per la liquidazione di 7000€, che il settore Lavori Pubblici è spesso bloccato o rallentato per la scarsità di disponibilità finanziarie, che per la manutenzione delle dissestate strade comunali non si riesce a stanziare piú di 550.000€, che la pressione fiscale comunale ha raggiunto livelli elevatissimi, risulta incredibile constatare che la Giunta anche nel 2013, riesca a deliberare simili costi superflui di ingente entità.
Nulla contro gli anziani, sia chiaro, semplicemente quando serve stringere la cinghia è necessario saper dare delle eque priorità nell’interesse pubblico e non spendere somme ingenti per iniziative certamente non indispensabili. Non vorremmo mai ci sfiorasse il pensiero che questo sia stato fatto a vantaggio di qualche bacino elettorale.

Gilberto Boscolo – Consigliere comunale M5S

Condividi sui Social

Lascia un commento