Migranti, M5S Chioggia: “Sprar unica difesa, Dolfin abbandona la commissione perché non riesce a sostenere le sue posizioni”

Lo Sprar è l’unica soluzione che in questo momento può mettere al sicuro Chioggia. A ribadirlo sono i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, che rivelano come il consigliere leghista Marco Dolfin abbia abbandonato la commissione consiliare che si occupa della vicenda.

“Dolfin ci ha attaccati senza sapere neanche di cosa stava parlando – dicono i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle – e questa ne è la dimostrazione. Non potendo più sostenere le sue posizioni, dato che la Lega ha giustificato lo Sprar in città del calibro di Padova e Rovigo, ha abbandonato la commissione. Questo è il livello, e dobbiamo pure perdere del tempo a star dietro alle accuse di chi parla senza alcuna cognizione di causa”.

Lo Sprar resta al momento l’unica difesa per Chioggia, che altrimenti rischia di trovarsi nelle condizioni di chi non ha aderito al protocollo.

“Lo Sprar mette al sicuro da arrivi indiscriminati – spiegano i consiglieri – piaccia o non piaccia, in questo momento storico è l’unico strumento che abbiamo per preservare Chioggia da situazioni che rischiano di diventare ingestibili. I paletti imposti dal protocollo sono molto chiari e permettono di mantenere fisso il numero di profughi a Chioggia, ovvero 125 in totale nei prossimi due anni”.

“Il problema non è qui, non è Chioggia e non è nemmeno il Movimento 5 Stelle – avvertono gli esponenti del Movimento – il problema è che il Governo non è più in grado di gestire questa situazione di crisi diffusa e che la Lega, invece di proporre soluzioni accettabili, fa demagogia sulla pelle dei cittadini”.   

Condividi sui Social

Lascia un commento