SBARRAMENTO SUL FIUME BRENTA, NON SONO ‘SPARITI I SOLDI’ 

​Non è la prima volta che che la stampa distorce le comunicazioni che le vengono inviate. Oggi per esempio è uscito un articolo sulla ‘Nuova Venezia’ in cui si evince va che sono ‘spariti’ i fondi per lo sbarramento sul fiume Brenta. Cosa non veritiera, in realtà infatti sono slittati i tempi di inizio lavori. Qui il testo originale del comunicato inviato alla stampa.

Purtroppo sono stati posticipati nuovamente i tempi per l’inizio dei lavori per lo sbarramento al cuneo salino sul fiume Brenta. Da quanto si percepisce ci sarebbero delle difficoltà per lo stanziamento dei fondi del Ministero dell’Agricoltura.

Commenta l’assessore Messina: “Stiamo verificando quali siano i motivi di questo notevole posticipo, dall’autunno 2017 a metà 2018 e forse oltre. Certamente il Comune ha fatto tutto il possibile in questa situazione, non a caso siamo stati l’Ente che in più occasioni ha convocato incontri con gli altri soggetti per fare il punto della situazione.”

Conclude Messina: “Convocheremo a breve una commissione consiliare pubblica con tutti gli Enti coinvolti, per fare luce una volta per tutte su questa vicenda e per comprendere definitivamente quali saranno le reali tempistiche di inizio dei lavori”.

Condividi sui Social

Lascia un commento