Incontro con i dipendenti comunali per il Giudice di pace, opposizioni e avvocati assenti


“In merito alla questione Giudice di Pace noto con disappunto, ma non con sorpresa, che in pubblico mi si accusa di non averci messo tutto l’amore possibile per garantire la continuità del servizio, quando invece si convocano tutti gli attori interessati per affrontare concretamente il problema ecco che mi ritrovo da solo”.

Il Sindaco Alessandro Ferro non cela il rammarico per l’assenza dei consiglieri di opposizione e dell’ordine degli avvocati all’incontro avvenuto stamattina presso la Sala Consiliare con i dipendenti comunali inquadrati nelle categorie B e C per rinnovare l’invito a chiedere volontariamente di prestare servizio presso il Giudice di Pace. Buona la risposta da parte del personale, che ha riempito la Sala Consiliare, a testimonianza che il problema è sentito.

“Ringrazio sin d’ora chi è intervenuto stamattina, i dipendenti mi hanno dato una prova tangibile dell’interesse collettivo che smuove il servizio del Giudice di Pace. Dai consiglieri di opposizione mi aspettavo collaborazione e partecipazione, soprattutto da parte di chi prima mi accusa di immobilismo, poi diserta gli appuntamenti importanti. Che dire, andró avanti mettendoci il cuore anche per chi dichiara di farlo, ma solo a parole”.

Condividi sui Social

Lascia un commento