Giro di vite e maggiori controlli in tutto il comparto turistico

L’amministrazione Ferro promette guerra all’evasione e controlli più serrati in tutti gli ambiti e i settori che gravitano nella sfera del turismo e dell’accoglienza.
“Ci troviamo davanti ad un paradosso- dichiara l’assessore al turismo Angela D’Este – gli operatori annunciano entusiasti una stagione da record per presenze e arrivi e di contro il gettito dell’imposta di soggiorno è appena in linea con quanto raggiunto l’anno scorso. Ci saremo aspettati un notevole incremento degli introiti derivanti da questa imposta, è evidente che qualcosa non va ed è un nostro dovere fare chiarezza e mettere in campo tutte quelle azioni di controllo necessarie a far emergere quelle zone grigie che evidentemente ci sono”.
Il gruppo consiliare del M5S commenta: ”Questa situazione è veramente assurda, abbiamo visto tutti come sia andata la stagione turistica, lo hanno dichiarato gli stessi operatori turistici su alcuni articoli di giornale. Ma, nonostante ciò, le entrate derivanti dalla tassa di soggiorno sono appena sugli stessi livelli dell’anno scorso, evidentemente c’è qualcosa di anomalo e noi abbiamo il dovere di risolverlo. Dobbiamo far quadrare il bilancio e la nostra priorità, ovviamente, sarà quella di non andare a mettere mano alle tasse pagate dai cittadini, quindi cercheremo tutte le soluzioni possibili per far rientrare tutte le eventuali pendenze in piedi verso l’amministrazione. Prendiamo quindi la tassa di soggiorno, il mancato pagamento della Tari da parte di alcuni stabilimenti balneari, le situazioni degli immobili comunali occupati con contratti di locazione scaduti e partiamo da qui per regolarizzare tutto quello che ad oggi non è in regola”.

Condividi sui Social

Lascia un commento