Migranti, attacchi dei consiglieri Penzo e Dolfin strumentali. Sono i loro partiti che hanno creato questa situazione

Ancora una volta i consiglieri di opposizione strumentalizzano la questione migranti rivolgendo al m5s accuse strumentali, invece di agire sui vertici dei loro stessi partiti che hanno crato l’attuale situazione.

“È pazzesco: L’importante è strumentalizzare sempre e comunque! ”.

L’Assessore Patrizia Trapella risponde alla Consigliera  Barbara Penzo del PD, invitandola a non limitarsi ad interpretare maliziosamente le foto della manifestazione, ma a partecipare ad iniziative cittadine apartitiche, come è stata quella organizzata dal Comitato di Brondolo lo scorso 23 dicembre per l’arrivo di nuovi immigrati nel quartiere. Basta rivedere i filmati presenti in rete dell’evento.

“Il programma immigrazione 5 stelle attesta chiaramente che questo fenomeno è il più grande fallimento dei partiti, sia a livello nazionale che locale”.

“Allo stato attuale”, prosegue Trapella, “la gestione del fenomeno è sostenibile attraverso lo Sprar. Di certo, sono la prima ad auspicare che la politica a breve riveda il Regolamento Dublino III e che la gestione del fenomeno migratorio sia perfezionata”.

Sul commento della consigliera Dem allo striscione: “sono orgogliosa di aver sostenuto lo striscione STOP INVASIONE, al fianco del rappresentante del Comitato cittadino di Brondolo. L’amministrazione era doverosamente presente e rappresentata anche dalla sottoscritta, in quanto la cittadinanza chiedeva giustamente chiarezza, infatti il corteo non aveva colori partitici. Diversamente, non avrei personalmente partecipato”.

“E quand’anche si volesse strumentalizzare politicamente il fatto con una foto” – afferma l’assessore al sociale – “ allora ribadisco che, come l’Italia non può essere il campo profughi dell’Europa, a maggior ragione non lo può e non deve diventare Chioggia ed il nostro territorio”.

Conclude Trapella: “rispetto e dignità per entrambe le parti, ossia per chi arriva e chi accoglie. Siamo e sono “persone”. Il Movimento 5 stelle clodiense, sta dimostrando sul campo, idee chiare (altro che confuse come afferma la Penzo). Si impegnino a far cambiare linea politica dei loro partiti invece di attaccare senza motivo il m5s che non ha nessuna responsabilità”.

Risponde il capogruppo m5s Paolo Bonfà ai commenti dei Consiglieri Dolfin e Penzo: “Non comprendo realmente cosa il Consigliere Dolfin intenda per “speculare sugli immigrati” quando è il Prefetto che in piena autonomia li invia nel nostro territorio”. aggiunge Bonfa’ “l’Amministrazione ha partecipato ai bandi sprar al fine di ovviare appunto all’arrivo e alla creazione di altri ammassamenti di nuovi immigrati sul nostro territorio. Se la Lega che ha governato il Paese negli ultimi anni, avesse messo realmente in campo delle azioni concrete invece di dedicarsi ai soli slogan, oggi la situazione sarebbe molto piu’ gestibile. Qualora la lega diventasse forza politica di governo dopo le prossime elezioni e non risolvesse il problema, invito Dolfin a dimettersi”.

Conclude Bonfà: “il Movimento ha sempre reso nota la propria contrarieta’ all’ammassare gli immigrati in strutture non idonee, senza che si tenga conto del contesto dove queste persone vengono inserite. La nostra partecipazione alla manifestazione di Brondolo, come precedentemente dichiarato, e’ stata dettata dalla impossibilita’ di poter intervenire cercando altre soluzioni che evitassero di arrivare a 100 immigrati in una frazione dove vivono 500 cittadini. Questa modalita’ di destinare persone nel territorio, mette in luce ancora una volta il fallimento delle politiche sull’immigrazione, che loro definiscono di accoglienza, del Governo a guida PD”.

Condividi sui Social

Lascia un commento