Il M5s risponde alla critiche sul bilancio previsionale

Durante il Consiglio comunale del 27 e 28 febbraio 2018 sono stati approvati il DUP, documento unico di programmazione triennale, il bilancio di previsione per il 2018 e i documenti collegati.

Già da diversi mesi alcuni consiglieri di opposizione, non si comprende bene su quali basi, avevano diffuso notizie terroristiche sul bilancio 2018, prevedendo un bilancio lacrime e sangue fatto di aumenti generalizzati sulla maggior parte delle imposte e tariffe comunali.

Nonostante siano stati palesemente smentiti dalla sostanzialebontà dei provvedimenti approvati, seppur ben consci delle grandi difficoltà in cui la giunta opera per riuscire a finanziare anche solo l’ordinaria gestione della macchina comunale, diversi consiglieri di opposizione, nel corso di tutto il Consiglio comunale, non hanno risparmiato dure, sterili e infondate critiche all’operato dell’amministrazione.

La secca replica da parte dei consiglieri pentastellati non si è fatta attendere molto.

Ha iniziato il capogruppo Paolo Bonfà: “Oggi veniamo criticati per l’aumento Istat della tari, aumento previsto ma già evitato lo scorso anno. Queste critiche ci giungono da chi, in questa stessa aula, ha affermato che, a suo tempo, è stata una scelta oculata SPENDERE TUTTI I PROVENTI percepiti dalla discarica per non aumentare aumentare gradualmente la tari, quando gli altri Comuni che disponevano di questi impianti hanno doverosamente destinato parte dei proventi alle ben note e costose opere post mortem. A mio parere questo è stato semplicemente il modo per posticipare gli aumenti dopo la fine del mandato elettorale.

Oggi abbiamo anche sentito dire che la disoccupazione è causata dall’immobilità dell’amministrazione comunale. Peccato che a dirlo siano stati gli stessi esponenti di quei partiti che, a livello nazionale, hanno abolito l’art. 18 dello statuto dei lavoratori e votato a favore della legge Fornero.

Invece questa amministrazione si è dimostrata molto attenta a tutti quei problemi che affliggono i nostro concittadini, questo è riscontrabile attraverso gli interventi fatti nel sociale dall’assessore Trapella: 80.000 € per il lavoro socialmente utile, 3 finanziamenti da 20.000 € per le famiglie in difficoltà, 16.000 € per lo sportello famiglia, 40.000 € per interventi sulle politiche giovanili e altri 33.000 per anziani in difficoltà.

E ancora: il canile sanitario, il protocollo d’intesa per il forte S. Felice con l’utilizzo dei fondi per le opere compensative del Mose, il concorso per nuovi vigili, lo spostamento della loro caserma, fondi feamp per il rifacimento della pavimentazione sterna del mercato ittico, il riavvio del cantiere del Granaio, finanziate le opere di urbanizzazione del comparto 8/C1, finanziate le asfaltature per 28 strade, di cui 10 già contrattualizzate, ottenuto finanziamento per lo scavo del canal S. Domenico, nel quele sono già state sostituite le bricole.

Il piano particolareggiato del centro storico è in dirittura d’arrivo, il PAT sta proseguendo il percorso per l’approvazione.

Certamente dimentico alcune cose e mi sembra quasi di fare un torto alla giunta dimenticandole.

Diamo quindi piena fiducia alla nostra giunta, fatta di persone che si stanno dedicando realmente al bene della nostra città come se fosse una missione, in molti casi rinunciando ad altre attività che per loro sarebbero molto più redditizie e soddisfacenti”.

A seguire l’intervento della consigliera Elisa Busetto: “Oggi approviamo il bilancio di previsione per gli anni 2018/2020 che prevede il mantenimento degli stessi servizi per i cittadini. Come è stato detto giustamente detto da qualcuno, le amministrazioni lasciano qualcosa, dipende da cosa, dico io! FORSE C’È IL SENTORE CHE NON STIAMO FACENDO NIENTE PERCHÉ NON SI VEDONO NUOVE CATTEDRALI NEL DESERTO, LOTTIZZAZIONI DI INTERI QUARTIERI, CEMENTIFICAZIONI, CASE, NUOVI DEPOSITI DI GPL!

In realtà stiamo facendo tanto, tante piccole cose che magari non si vedono e non sono molto percepite all’esterno. Ad esempio con questo bilancio prevediamo un risparmio di circa 135.000 euro attraverso il nuovo contratto di illuminazione pubblica e calore, sono stati stanziati 250.000 euro per la ZTL nel centro storico, altri 165.000 euro per i rilevatori di velocità nella SS Romea e un T-Red al semaforo di S. Anna che ci è stato chiesto dai cittadini che si sentono in pericolo perché ci sono i camion che passano con il rosso! Efficaci strumenti per la sicurezza stradale che invece l’opposizione fa passare come nuove tasse per i chioggiotti.

Altri 500.000 euro sono stati stanziati per il recupero strutturale dei ponti, sono state finalmente sostituite le briccole per i nostri pescatori nel canale di San Domenico, quest’estate sono state fattele retate in spiaggia contro gli abusivi. A breve sarà affidato l’incarico per regolamentare finalmente le affissioni pubblicitarie in città”.

Conclude gli interventi la consigliera Ilaria Lunardi:” L’opposizione si è permessa di affermare che i cittadini si ricorderanno che non è stato fatto nulla in quest’anno di amministrazione. Io dico che, invece, si ricorderanno che il ponte Baden Powell è stato manutentato dopo ben 20 anni, che lo spostamento dei vigili, promessa di 17 anni fa, verrà fatto a giorni, che da 20 anni a Sottomarina non si vedeva il carnevale estivo, che i patti territoriali sono stati recuperati in extremis dalla nostra giunta visto che, a causa del disinteresse della precedente, stavano per essere persi.

Che, dal 2009, solo ora si sono utilizzati dei fondi per far lavorare dei disoccupati, che quest’estate in battigia è stato sequestrato piùmateriale che nelle estati 2015 e 2016 messe assieme, che, solo grazie ai cinque stelle, ora esiste un regolamento del verde, una consulta delle frazioni, un percorso vita ristrutturato nel Lusenzo e le giostrine sistemate nei giardini pubblici. Sempre grazie all’impegno della giunta il Forte San Felice tornerà ai cittadini, se,con il nuovo contratto di Veritas, entro i prossimo 3-4 anni saranno riqualificati dal punto di vista energetico, gli edifici e l’illuminazione pubblica dell’intera città, se nella settimana dello sport sono stati premiati i grandi campioni che portano la bandiera chioggiotta in tutto il mondo.

Forse la minoranza non si è accorta dell’installazione delle bricole, dei lavori che ripartono all’ex granaio o delle 10 asfaltature già partite a dicembre. Con una semplice ricerca in internet si sarebbero accorti che, finalmente, ora esiste un albo fornitori, un bando per gli spazi acquei in riva Vena oppure che è presente il registro della bigenitorialità e che, da un po’, la carta d’identità è diventata elettronica. Gli stessi consiglieri si sono almeno accorti che la TARI non è aumentata, dopo che ci hanno lasciato una previsione di forti aumenti per almeno 3 anni ?”.

Condividi sui Social

Lascia un commento